La Cooperazione con i Paesi in via di svilluppo

La Cooperazione con i Paesi in via di svilluppo

31 Luglio 2015 0 Di Engim

“Mettersi insieme è un inizio

rimanere insieme è un progresso,

lavorare insieme è un successo”

Henry Ford

Mani Colorate

 

La cooperazione allo sviluppo è costituita da una serie di politiche e azioni che permettono di agire positivamente sulle cause della migrazione negli stessi paesi di provenienza dei migranti.

Cooperazione allo sviluppo non significa Assistenza umanitaria

Cooperare vuol dire operare insieme ad altri per raggiungere un obiettivo comune.

L’obiettivo comune della cooperazione allo sviluppo è quello di creare le condizione necessarie per lo sviluppo (umano, sociale, economico) duraturo di un paese riconosciuto come “in via di sviluppo“.

Possiamo definire paesi in via di sviluppo (PvS) tutti quei paesi che registrano basso tenore di vita, basso reddito, diffusa povertà, limitata attività economica e basso indice di sviluppo umano (ISU).

L’indice di sviluppo umano è un indicatore sociale che si misura prendendo in considerazione il reddito nazionale, l’aspettativa di vita e il tasso di alfabetizzazione degli adulti.

Nel campo della cooperazione allo sviluppo i rapporti tra le entità che vi operano si basano sullo scambio reciproco, sulla collaborazione e sulla solidarietà.

La cooperazione internazionale non ha come unico obiettivo la crescita economica di un paese, ma l’ampliamento progressivo delle possibilità di scelta delle persone, riconducibili a tre dimensioni essenziali: esistenza, conoscenza, risorse (per una vita dignitosa).