Questionario di gradimento per i ragazzi

E’ uno strumento che permette di valutare il tuo gradimento dei laboratori a cui hai partecipato.

6 commenti su “Questionario di gradimento per i ragazziAggiungi il tuo commento →

  1. Nella nostra scuola , quest’anno , ci sono stati 2 incontri con ‘Nuove Finestre Sul Mondo’… al primo incontro abbiamo lavorato a gruppi e abbiamo visto un filmato… è stato un percorso molto interessante dove abbiamo potuto incontrare Hussain,che ci ha raccontato il suo viaggio dall’Afghanistan fino in Italia. Grazie all’aiuto di Google Maps è stato facile capire veramente le distanze.

    1. Siamo felici che sia stata un’esperienza interessante e arricchente per docenti e ragazzi. Vi invitiamo a proseguire questo nostro comune “percorso” di conoscenza e di accoglienza, attraverso la partecipazione al contest o anche attraverso la segnalazione di iniziative o attività promosse dalla scuola su queste o su tematiche affini.
      Massimo Pierini
      responsabile Comunicazione

  2. Gli incontri hanno avuto una ricaduta estremamente positiva sugli allievi. L’aver parlato di emigrazione e immigrazione partendo dalla storia della propria famiglia e l’aver rivissuto attraverso documenti storici il dramma vissuto dagli italiani emigrati all’estero, ma soprattutto l’aver incontrato Hussain, li ha aiutati a capire che ciò che spesso sentono come qualcosa di lontano, che non li tocca perché riguarda altri, in realtà fa parte della loro stessa storia.
    Incontrarsi, conoscersi, avere la possibilità di parlarsi crea sicuramente la possibilità di educare all’accoglienza ed alla valorizzazione della diversità. Dai due incontri siamo usciti tutti arricchiti, i ragazzi e noi insegnanti.

    1. La ringraziamo molto per la sua testimonianza. É grazie a persone come lei che possiamo continuare a nutrire speranze nel futuro della nostra società. I ragazzi hanno, a nostro avviso, tutti gli strumenti per poter affrontare nel modo più opportuno le sfide offerte dalla globalizzazione, dal multiculturalismo, dalle migrazioni. C’è soltanto bisogno di qualcuno che sappia “toccare le loro corde”, alimentare il loro “fuoco” e poi… “fioriscono”, agli occhi di molti, in maniera inaspettata… e poi, come giustamente ha detto, si instaura un processo di arricchimento reciproco, nel quale i ragazzi non sono solo destinatari ma anche fonte di “ricchezza” e “conoscenza”.
      Mi auguro che questo sia l’inizio di un cammino da percorrere insieme e che coinvolga progressivamente tutta la società, partendo dai ragazzi, dai docenti, dalla scuola che rappresentano il nostro orizzonte e la nostra sorgente.
      Massimo Pierini
      Responsabile Comunicazione

  3. E’ stata ,innanzitutto, un’esperienza istruttiva, che comprendeva in sé le materie svolte in classe, dalle religioni ,alla storia di Houssain e tant’ altri come lui, fino alla geografia dei paesi che egli ci ha illustrato con Google Maps. Ma, messo da parte ciò, l’incontro ci ha permesso di andare ben oltre al quotidiano ed inoltre e’ riuscito a farci vivere di prima persona delle sensazioni che non emergono più di tanto in TV o nella letteratura.
    Spero che questa iniziativa venga presa in considerazione anche per le classi degli anni successivi, perchè per me è stata di grande aiuto e mi ha permesso di farmi idee più serie e approfondite sugli immigrati.
    MATTEO

    1. Grazie mille per il commento Matteo. Ci conferma che stiamo andando nella giusta direzione e che, insieme, ragazzi, professori, operatori delle associazioni, possiamo contribuire a cambiare il mondo e a superare i pregiudizi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>