Immigrazione: un dizionario per orientarsi

“È ben difficile, in geografia come in morale, capire il mondo senza uscire di casa propria”
(Voltaire)

profughi-istriani

RICHIEDENTE ASILO è una persona che fugge dal proprio paese e presenta una domanda per il riconoscimento dello status di rifugiato, in un altro Stato. La sua domanda viene poi esaminata dalle autorità competenti di quel paese (in Italia, la Commissione Nazionale per il Riconoscimento dello Status di Rifugiato). Fino al momento della decisione in merito alla domanda la persona rimane tale.

PROFUGO chi lascia il proprio paese a causa di eventi esterni (guerre, invasioni, rivolte, catastrofi naturali).

IMMIGRATO chi sceglie di lasciare il proprio Paese per stabilirsi, temporaneamente o permanentemente, in un altro Stato. Tale decisione ha carattere volontario, anche se spesso dipende da ragioni economiche, avviene cioè quando una persona cerca in un altro paese un lavoro migliore o migliori condizioni di vita.

MIGRANTE IRREGOLARE comunemente definito CLANDESTINO, è colui che: a) ha fatto ingresso eludendo i controlli di frontiera; b) è entrato regolarmente nel paese di destinazione, ad esempio con un visto turistico e vi è rimasto dopo la scadenza del permesso di soggiorno (diventando un cosiddetto ‘overstayer'; c) non ha lasciato il territorio del paese di destinazione a seguito di un provvedimento di allontanamento.

RIFUGIATO è una persona che ha fondato motivo di ritenere che potrebbe essere perseguitato a causa della sua etnia, religione, nazionalità, appartenenza ad un determinato gruppo sociale, opinione politica e si trova fuori dallo Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato; oppure chiunque, essendo apolide e trovandosi fuori dal suo Stato di domicilio in seguito a tali avvenimenti, non può o, per il timore sopra indicato, non vuole ritornarvi (Convenzione di Ginevra del 1951 sullo Status dei Rifugiati – Art.1).

APOLIDE è il termine che indica una persona che nessuno Stato considera come suo cittadino nell’applicazione della sua legislazione (Convenzione di New York del 28 settembre 1954 sullo Status degli Apolidi – Art. 1 comma 1)

 

 

0 commenti su “Immigrazione: un dizionario per orientarsiAggiungi il tuo commento →

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>